Al Radar di Monopoli grande stagione di prosa

Al Radar di Monopoli grande stagione di prosa

Da Maurizio Micheli ad Anna Foglietta, da Paola Quattrini a Lunetta Savino

Torna ad ospitare una stagione di prosa il Teatro Radar di Monopoli, e lo fa per la seconda volta dopo il percorso di recupero. Torna a splendere dopo aver assistito con le porte sbarrate allo scorrere degli anni, il Radar infatti era chiuso dal 1985. Grandi nomi del panorama nazionale per riaccendere i riflettori sul palcoscenico di Monopoli.  

Il 26 e 27 ottobre si apre il sipario con  Uomo solo in fila - I pensieri di Pasquale, prodotto dal Teatro Franco Parenti con la regia di Luca Sandri. Maurizio Micheli  è un uomo solo in coda in un anonimo ufficio di Equitalia, affiancato da altri esseri umani che, come lui, aspettano di conoscere il loro destino.

Il 9 e 10 novembre in scena Oggi è già domani, riadattamento teatrale di Jaja Fiastri dell’esilarante commedia di Willy Russell; produzione di Garinei e Giovannini con regia di Pietro Garinei. Paola Quattrini  è una casalinga che si sfoga con il muro della cucina. 

Il 23 e 24 novembre spazio a Gianrico Carofiglio con La manomissione delle parole, prodotto da Teatri di Bari con la regia di Teresa Ludovico. 

In scena il 21 e 22 dicembre Mastro Don Gesualdo, interpretato da Enrico Guarneri e prodotto dall’Associazione culturale Progetto Teatrando. 

L’ 11 e 12 gennaio spazio a Il Miles Gloriosus, nella versione tradotta e diretta da Marinella Anaclerio, con produzione della Compagnia del Sole. 

Il 25 e 26 gennaio l’attore Dino Abbrescia si racconta in Raccondino, mostrandosi al pubblico attraverso i suoi personaggi. Una produzione Auroom, diretta da Susy Laude. 

Il 9 e 10 febbraio va in scena un grande classico della commedia greca, nel riadattamento curato e diretto da Emilio Russo, su produzione di TieffeTeatro Milano: Uccelli di Aristofane. 

Il 22 e 23 febbraio Lunetta Savino è la protagonista di Non farmi perdere tempo, una ‘Tragedia comica per donna destinata alle lacrime che si ribella e si diverte’, prodotta da Arteteca - Laprimamericana – Mater e diretta da Massimo Andrei.

L’8 marzo,  Anfitrione, adattamento teatrale dell’opera del commediografo Plauto, prodotta da Teatri di Bari/Kismet e diretta da Teresa Ludovico. 

Il 14 e 15 marzo con L’Abito Nuovo, frutto di una collaborazione artistica tra Eduardo De Filippo e Luigi Pirandello. La regia delle scene è curata da Michelangelo Campanale, per una produzione di Compagnia La luna nel letto e Associazione culturale Tra il dire e il fare. 

28 e 29 marzo la chiusura della stagione teatrale è affidata allo spettacolo Una Guerra, storia di migrazioni e decisioni difficili, prodotto da Fondazione Teatro della Toscana e diretto da Michele Riondino. Anna Foglietta interpreta una donna coraggiosa, che per salvare i suoi due figli dal conflitto che sta martoriando il suo Paese decide di tentare il viaggio che la porterà ad attraversare il Mediterraneo.

Undici spettacoli in cartellone targati Consorzio Teatri di Bari – TRIC (Teatro di rilevante interesse culturale, unico in Puglia a essere riconosciuto dal Ministero). La stagione 2019/2020, è a cura di  Teresa Ludovico. 

Monopoli dopo aver ospitato il PhEST, apre il suo Teatro Radar con una stagione ricca di spettacoli.