Librincircolo, far circolare la lettura

Librincircolo, far circolare la lettura

Quante volte un libro dopo essere stato letto e riposto tra gli scaffali di una libreria, viene ripreso e continua a raccontare la sua storia?

In realtà pochissime. Parte da questa considerazione l’idea di Serena Greco, mettere in circolo i libri, farli viaggiare attraverso altre mani che li sfoglino, altri occhi che li leggano, per poi tornare a casa. Librincircolo nasce così nel paese delle grotte, una sola piccola libreria, due biblioteche aperte a singhiozzo. 

Fiorentina di nascita si trasferisce a Castellana Grotte per amore. Un amore che si moltiplica nei suoi quattro figli “il tempo per leggere diminuisce, il costo dei libri è alto, così ho cercato il modo di mettere in circolo la cultura, partendo proprio da casa mia”.

Dà il buon esempio decidendo di mettere in circolo una parte dei suoi libri. In questo la supportano Annarita D’Urso e Luigi Caforio proprietari di Maiakera, un caffè che è anche un punto di incontro e ora accoglie i libri messi in circolo, facendolo diventare un luogo dove i libri sono lì pronti per essere letti da mattina a sera.

Serena sceglie una lunghissima mensola, proprio tra le canne di bambù e i tavolini, come nuova casa per i suoi libri, creando il primo nucleo di questo circolo virtuoso. Si sorprende quando vede i primi clienti che si trasformano in lettori, scegliendo un libro e trascorrendo qualche ora, lì seduti a leggerli. “Dopo i miei libri ne sono arrivati altri. Donati o messi in circolo”. L’iniziativa cresce e a settembre Serena, con l’aiuto di Giuseppe Di Matteo decide di dare il via ad incontri letterari con giovani autori pugliesi. Il paese è pronto a diventare comunità di lettori.

Il primo appuntamento il 20 settembre, l’ultimo il 28 dicembre.

Quindici scrittori quasi tutti alle prime armi, tutti pugliesi: Raffaella Fanelli, Pamela Spinelli, Francesca Maria Villani, Vito Maselli, Alberto Cramarossa, Alessandro Cannavale e Miriam Piro, Angelo Mansueto, Natale Cassano, Osvaldo Piliego, Gabriella Genisi, Giuse Alemanno, Francesco Dezio, Dikotomiko, Micheleandrea Benedetto e Annibale Gagliani.

Leggere, ascoltare e parlare di libri. E per chiudere il cerchio anche scrivere. “Chiediamo a tutti di recensire i libri che leggono, postando poi ciò che scrivono sui nostri canali social”. Perché i libri si prestano alla lettura, ad essere ascoltati, si può parlare e discutere di loro per ore e se ne può scrivere.

Il cerchio è chiuso, il libro può tornare sul suo scaffale e riposare un po', almeno sino al prossimo giro.