Molfetta, piacevole visione di un porto

Molfetta, piacevole visione di un porto

Una piccola imbarcazione a motore rientra nel porto, un breve giro per l’Adriatico, oggi che il mare è calmo e il vento si è placato. 

In questa insenatura, Molfetta, trova approdo la barchetta, in legno, curvato, sottratto al tronco, qui in questa città affacciata sull’Adriatico dove un tempo cantieri navali e abili maestri d’ascia davano agli uomini possibilità di solcare mari. Oggi un po' meno, ma chi sceglie di visitare questa città deve prevedere una sosta in un cantiere, guardare lo scheletro di una barca in costruzione e capire che ogni singolo gesto nel modellare il legno, nel costruire, è patrimonio di tradizione secolare. Barche per salpare, per tornare, barche di vita. Molfetta e il suo porto, di notte ha un fascino misterioso con le luci delle imbarcazioni da pesca al largo, rientreranno di mattina con il loro carico di pesce da destinare ai mercati e con un ordine su whatsapp riceverlo a casa è l’impegno di scrivere un messaggio. E non stride questo bagliore di tecnologia se serve a lasciare in vita un mestiere, un’economia. Molfetta e il suo centro storico, che si sviluppa a spina di pesce, piccole stradine e piccole case, tra il Duomo di San Corrado con le tre cupole e le due torri campanarie, e la chiesa di San Pietro. Pochi passi per restare affascinati dalla Basilica della Madonna dei Martiri, la Cattedrale dell’Assunta, le chiese di Santo Stefano, di San Domenico e del Purgatorio, e l’originale Calvario. Lo sguardo sarà attratto da Palazzo de Dato, Palazzo Dogana e il Torrione Passari e il faro. È il mare che segna questa città e ne apre l’orizzonte, Molfetta, stretta tra Giovinazzo e Bisceglie, è inseparabile dall’azzurro dell’Adriatico. Porto di partenza, nella città ci si intrattiene ammirando l’Ospedale dei Crociati, gioiello architettonico, o il Pulo, valle carsica dove sono stati rinvenuti numerosi reperti del Neolitico. Le suggestioni del porto e le luci dei pescherecci regalano fotogrammi per innamorati, sentiranno farfalle nei loro stomaci, e se fosse fame basterebbe entrare in uno dei tanti locali, pesce piatto base e cicoria puntarelle molfettese.