A Polignano il Libro è Possibile

A Polignano il Libro è Possibile

Cammino tra le strade che profumano di salsedine, sono appena risalita dalla scalinata felliniana che si affaccia sul mare.

Percorro il ponte sulla via Traiana, uno degli scorci più belli d’Italia e supero la Porta Grande per immettermi in quel dedalo di stradine e viuzze aggrappate su uno sperone di roccia. Polignano è sempre bella, ancora di più dall’8 all’11 luglio quando tornerà per la diciannovesima volta Il libro possibile. In barba al coronavirus che ci vuole lontani e rinchiusi nelle nostre case, c’è chi tenta di riaprire le porte, riportare le persone per le strade e perché no, incuriosirle, affascinarle, farle riflettere, sorridere e pensare con un libro. 

Ma il virus è sempre lì in agguato e quindi, posti contingentati, 1600 a serata, prenotazioni e anche per la prima volta un biglietto a pagamento. Tre euro che “andranno in beneficienza”, ma la fiducia nelle persone è sempre troppo bassa e far mettere mano al portafogli è così facile.

Ma questi sono dettagli. “Certe persone vanno portate nelle piazze e tutti dovrebbero ascoltarle”, quante volte l’abbiamo detto o sentito dire? Resta questo. Resta la possibilità di ascoltare il Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, per capire e non lasciarsi trascinare come una pecora in un gregge.

Ci sarà Luciano Canfora, una delle menti più illuminate di Puglia, che parlerà in anteprima assoluta del suo ultimo saggio Europa gigante incatenato, in uscita a luglio per Edizioni Dedalo. 

Lamberto Maffei, medico, scienziato, professore di neurobiologia alla Normale di Pisa, già direttore dell'Istituto di Neuroscienze del Cnr e già presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Ci saranno poi gli scrittori propriamente detti e quindi Diego De Silva, Chiara Gamberale e il futuro vincitore del premio Strega 2020.

Tornerà dopo qualche anno di assenza Fabio Volo.

E poi lo storico Franco Cardini e la virologa Ilaria Capua, il musicista Moni Ovadia. E in una calda serata estiva, sotto le stelle di Polignano ci farà ridere all’improvviso Dario Vergassola, ma anche Giobbe Covatta e David Riondino.

La musica con il cantautore Niccolò Fabi che parlerà del suo nuovo disco, Edoardo Bennato, questa volta in veste di scrittore. L’intensa Erica Mou e il regista e sceneggiatore Cosimo Damiano Damato che racconteranno Alda Merini fra poesie e canzoni con il recital Alda Dante Rock, a pochi giorni dall’uscita del libro di Damato dedicato alla poetessa.

Seppure importanti, gli appuntamenti virtuali li citiamo soltanto, che in questi mesi ne abbiamo avuti sin troppi: David Leavitt, David Quammen, Lawrence Wright e Luca Parmitano.

Cambiano i luoghi per esser sicuri di tenere il virus a bada. Lungomare Cristoforo Colombo, lontano dalla folla ma con vista sul mare, le due banchine del porto turistico e la terrazza dei tuffi. 

Cambierà, o meglio si arricchirà nei prossimi giorni il programma che sarà consultabile (qui).