Le note di Morricone su Bari

Le note di Morricone su Bari

Il Bif&est celebra il maestro


Bari domani si svestirà del suo vestito tradizionale e ne indosserà mille. Quello di Noodles che guarda da una fessura della porta Debora che danza in C’era una volta in America, quello del corvo intellettuale di sinistra di Uccellacci uccellini. Indosserà i panni del dirigente di pubblica sicurezza assassino senza nome e mai punito, che sfugge al giudizio umano di Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto. Diventerà la stazione della Chicago proibizionista degli anni Trenta ne Gli Intoccabili, con la corsa di Andy Garcia per salvare la carrozzina che cade dalle scale. Suonerà della musica dell’oboe di padre Gabriel in Mission. Si immergerà nella storia del cinema che prende vita grazie alle musiche del maestro Ennio Morricone, a Bari ospite del Bif&est che gli tributerà un lungo omaggio durante tutto il festival cinematografico.

Domani sarà una lunga giornata dedicata al talento, all’estro e al genio del maestro Morricone. Compositore di oltre 520 colonne sonore, vincitore di due premi Oscar, di cui uno alla carriera, un Leone d’oro, 8 Nastri D’argento, 5 Bafta, 7 David di Donatello, 3 Golden Globes, un Grammy, un European Film Award, 27 dischi d’oro e 7 dischi di platino.

Primo appuntamento domani mattina alle 11 al teatro Petruzzelli dove il compositore riceverà le chiavi della città, durante una cerimonia alla quale interverranno tre premio Oscar: Giuseppe Tornatore, Nicola Piovani (che pronuncerà la laudatio per il maestro)   e Gianni Quaranta.

La sua musica risuonerà per le strade del murattiano, amplificata dal sistema di filodiffusione di via Sparano.

Il maestro in serata riceverà il Premio Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence. E sempre domani parte il festival Ennio Morricone, con la proiezione di: “La migliore offerta” di Giuseppe Tornatore (alle 9 al Teatro Petruzzelli) “Per un pugno di dollari” di Sergio Leone (alle 9.30 al Galleria ), “I Basilischi” di Lina Wertmuller (alle 11 al Galleria ), “I pugni in tasca” di Marco Bellocchio (alle 15.15 al Galleria), “Uccellacci e uccellini” di Pier Paolo Pasolini (alle 18 al Galleria), “Un uomo a metà” di Vittorio De Seta (alle 20.15 al Galleria).

Ancora, alle 17 al teatro Margherita un incontro a due tra Morricone e Gianni Minà e a seguire, alle 18.30, la presentazione di “Ennio. Un maestro. Conversazione” un libro scritto a quattro mani da Morricone e da Giuseppe Tornatore.

Infine, Bari celebra il maestro che negli anni ha lavorato con alcuni tra i registi più importanti della cinematografia mondiale come Sergio Leone, Pier Paolo Pasolini, Bernando Bertolucci, Brian De Palma, Oliver Stone, Quentin Tarantino con due mostre a lui dedicate, entrambe visibili da domani. La prima nel colonnato dell’ex Palazzo della Provincia, curata dal Centro Sperimentale di Cinematografia e dalla Cineteca Nazionale, la seconda, al teatro Margherita, voluta e organizzata dal Consolato onorario di Francia a Bari.