Visioni d'insieme

La meraviglia svelata da un fiore nel deserto

La meraviglia svelata da un fiore nel deserto

Il lungo stelo che sostiene la corolla bianca che iridescente sfuma nel rosa. Il verde brillante delle foglie che spuntano dalla sabbia.

È nel deserto più antico del mondo, in Namibia, che l’incantesimo si ripete.

Nulla è ineluttabile, neanche in un deserto arido da 80 milioni di anni e le piogge quando arrivano portano la meraviglia e l’incanto di una fioritura sconfinata. L’ultima volta è accaduto tre anni fa quando i gigli di Sandohof sono fioriti a milioni, 770 ettari di petali e foglie che di notte profumano l’aria sino al cielo.

Lo stupore porta via le parole, “Meravigliosa è la forza dei deserti d’Oriente fatti di pietre, di sabbia e di sole, dove anche l’uomo più gretto capisce la propria pochezza di fronte alla vastità del creato e agli abissi dell’eternità” riuscì a dire Dino Buzzati di questo incanto che rende piccoli e induce a credere al sogno, all’impossibile, ad uno spettacolo dalle probabilità risibili che eppure appare, si ripete, per ricordare la magia e l’incanto di ciò che vive tra cielo e terra. La meraviglia è qui, per chi sa vederla e cercarla, in una lingua di terra arsa dal sole di 2000 chilometri nella zona orientale dove continuano ad apparire i cerchi delle fate, anelli di erba Stipagrostis che circondano il nulla. Grandi sino a 12 metri appaiono, vivono nell’impossibilità di un deserto anche sino a 75 anni e poi scompaiono per riapparire altrove. Gli himba del nord del Paese credono sia l’impronta del Dio Mukuru che porta la pioggia e guarisce gli infermi, altri credano sia il respiro velenoso di un drago. La scienza ancora non ha una risposta. Può solo ammettere che accade.

Un fiore nel deserto e un cerchio di fata, memento di quanto tutto, anche se impossibile, accade.

Pressinbag Testata Giornalistica

www.pressinbag.it è una testata giornalistica iscritta al n. 10/2021 del Registro della Stampa del Tribunale di Bari del 10/05/2021.

Contatti

Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitare a contattarci scrivendo ai seguenti indirizzi

Publish modules to the "offcanvas" position.