Masseria Piutri, luogo suggestivo

Masseria Piutri, luogo suggestivo

Francesca vi accoglie con un sorriso

C’è un grande albero di gelso all’ombra del quale sedersi e pensare indisturbati nella Masseria Piutri. A pochi chilometri dal mare immersa nelle campagne di Torchiarolo, e sì la Xylella è anche qui, tra ulivi e vigneti, protetta dai muretti a secco, appare all’improvviso l’antica Masseria Piutri, costruita su una domus romana, ha un fascino suggestivo. Sarà per le luci e le ombre che si alternano velocemente, per le distese dei ciliegeti, per i viali in pietra, per le terrazze dove leggere e osservare le api impollinare, sarà per il maremmano che pare stanco e al cui sguardo nulla sfugge, sarà per i delicati fiori di camomilla, sarà che qui tutto è natura.

Nell’agriturismo Piutri non sarà difficile incontrare ciurme di bambini esploratori pronti a scoprire la natura, la Masseria è anche didattica,  o appassionati cavallerizzi alle prese con i corsi di equitazione. Non mancano per i profani interessanti corsi sulla produzione di confetture e marmellate di ciliegie, susine, pesche. E gli asparagi poi veramente deliziosi. Tutti i visitatori possono raccogliere i frutti della terra coltivata da Francesca, vera padrona di casa, riempire ceste e ‘panari’ di frutta fresca e di mandorle, e di gelsi bianchi. Negli oltre 12 ettari si coltivano anche legumi e cereali, da poter gustare nell’agriturismo in ricette uniche e impareggiabili. Qui il tempo ha una misura diversa dai frenetici minuti dei percorsi cittadini, in questo sito protetto dalla sovrintendenza dei beni culturali, reperti archeologici sono ben visibili,  tutto ha il tempo di Francesca dal dolce sorriso e lo sguardo indomito.