Luoghi & Comuni

Galatina, una chiesa per Pietro e Paolo

Galatina, una chiesa per Pietro e Paolo

Irrompe sulla piazza, il peso di una facciata che si staglia nel cielo, si innalza dal basolato moderno e le luci donano nuove profondità.

La si nota arrivando in piazza Dante Alighieri, imponente ingresso nel centro storico di Galatina. Chiesa Madre dedicata agli apostoli Pietro e Paolo, patroni e protettori della città. Fondamenta che si poggiano nel passato ma la chiesa è stata riedificata, i primi lavori nel 1621.

Varcando la soglia sorprende la profondità quasi quanto esternamente la facciata. Tre navate, quella centrale con le capriate nascoste da una volta a botte lunettata chiusa da un ampio presbiterio con profondo coro. Quelle laterali terminano in due ampie cappelle.

Sulla volta gli affreschi del napoletano Vincenzo Paliotti, alcuni episodi della vita di San Pietro il cui antico mezzobusto argenteo domina la cappella in suo onore, dove  è conservata la pietra sulla quale si sarebbe seduto durante la sua sosta a Galatina nel suo viaggio verso Roma. Le luci illuminate nella gelida sera d’inverno restituiscono all’osservatore la purezza dei colori, le venature dei marmi delle colonne, le ombre dei capitelli.

Gesù cammina sulle acque, Lavanda dei piedi, Apparizione di Cristo a san Pietro, Immacolata, San Francesco che riceve le stimmate, alcune delle tele che animano la chiesa.

Nell’avanzare verso la luce dell’altare lo sguardo si perde, osserva dettagli, rivela nuove visioni. Fuori la movida si anima in attesa della notte, i locali aspettano gli avventori. All’interno regna il silenzio.

Pressinbag Testata Giornalistica

www.pressinbag.it è una testata giornalistica iscritta al n. 10/2021 del Registro della Stampa del Tribunale di Bari del 10/05/2021.

Contatti

Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitare a contattarci scrivendo ai seguenti indirizzi

Publish modules to the "offcanvas" position.