Greg Jager e la sua Tempesta

Greg Jager e la sua Tempesta

Ospite della Galleria 206 dal 2 novembre all’8 dicembre

Tempesta, andare oltre le barriere, andare oltre le regole dei graffiti. Tempesta è la mostra personale di Greg Jager che sarà ospitata a Bari nella Galleria 206, il luogo dell’arte in via dei Mille. Il visual artist presenta un nuovo corpo di artwork con un approccio grafico minimalista e un forte dialogo con lo spazio espositivo. 

“Tempesta è la mia prima mostra personale. Il titolo della mostra nasce da una ricerca che ho condotto sulla città di Bari e i suoi simboli: si ispira ad una leggenda che vede protagonista il patrono di Bari ma la mia intenzione è quella di rappresentare la tempesta come stato emotivo. L'obiettivo per me è di entrare in galleria con l'intento di disturbare l'ambiente e portare disordine, come fa una tempesta. Andare oltre le barriere, come fa una tempesta. Andare oltre le regole del mondo dei graffiti e dell'urban art. Andare oltre la propria "safety area" esplorando nuovi algoritmi visivi. Per questo ho scelto uno spazio informale e libero dalle leggi del mercato, che mi ha dato la massima libertà di sperimentazioni”, spiega l’artista.

E Greg Jager è andato oltre, lo ha già dimostrato in questi anni con le sue opere lontane dal concetto classico dell’arte urbana. La sua è una continua esplorazione di nuovi linguaggi visivi e comunicativi. In Tempesta, l’artista romano che ha lavorato  con importanti istituzioni come il MacRo - Museo d'arte contemporanea di Roma, l'Istituto Italiano di Cultura di Atene e Barcellona, pone al centro  Bari, la Chiesa Russa, San Nicola. 

Il vernissage di apertura è sabato 2 novembre, dalle 19.00 alle 24.00, Galleria 206.

La mostra sarà visitabile dal giovedì alla domenica dalle 18 alle 21, fino all’8 dicembre.