Park & Ride, se i biglietti son già finiti alle 9.45

Park & Ride, se i biglietti son già finiti alle 9.45

Se gli spagnoli son ‘portoghesi’ per necessità

Di andare in giro in auto per il centro di Bari oggi proprio non mi va. Fortunatamente esistono i Park & Ride. Le Aree di Sosta di Interscambio periferiche di Bari sono: "Corso Vittorio Veneto - Lato Terra" (Navetta A) "Corso Vittorio Veneto - Lato Mare" (Navetta A) “Pane e Pomodoro” (Navetta B) “Largo 2 Giugno” (Navetta C) e infine area di sosta multipiano "Polipark" (Navetta E). 

È un gran sollievo sapere di poter lasciare l’auto e prendere la navetta alla modica cifra di 1 euro che comprende anche la sosta, per arrivare in centro e dedicarmi allo shopping e alla scoperta delle bellezze architettoniche di Bari Vecchia. 9.45 auto parcheggiata  a Pane e Pomodoro e navetta pronta. In tanti hanno avuto la stessa idea, abbandonare l’auto qui e prendere un comodo autobus anziché avventurarsi per le vie del centro alla ricerca di un parcheggio e il compressore per l’aria condizionata in sofferenza, perché di abbassare i finestrini proprio non se ne parla, respireremmo solo aria surriscaldata da motori di auto in coda. 

Alla prima fermata dopo il Park &Ride  una tenera famiglia di turisti spagnoli, madre, padre e una simpaticissima bambina di circa sei anni dagli occhi marroni come la terra della Andalusia,  è pronta a salire. Li osserviamo un po’  tutti chiedere i biglietti al conducente, peccato  siano finiti. Alle 9.48. La porta del bus navetta si chiude per portarci in città, spiego ai turisti che il biglietto si acquista anche con il credito telefonico.  Basta inviare un SMS. Guardiamo il sito Amtab insieme incrociando il nostro inglese e scopriamo che il biglietto si acquista prima di salire sull’autobus. Intanto siamo arrivati alla mia fermata.

Ciao allegra famiglia spagnola.

Ciao turisti. 

Ciao tecnologie per la mobilità.