Svoltastorie, mille giravolte di fantasia

Svoltastorie, mille giravolte di fantasia

Ma un libro sono solo pagine e carta? Lettere in rapida successione intervallate alle volte da disegni, schizzi o illustrazioni? Cosa prova un bambino quando vede una distesa di libri sugli scaffali? Indifferenza o la possibilità di scoprire mille mondi avventurosi e ignoti?

Per Patrizia Scardigno - che insieme alla sorella Alessandra e all’amico di lunga data Eugenio Martiradonna hanno dato vita a Svoltastorie, una piccola libreria indipendente per bambini e ragazzi - “E’ una passione che viene trasferita, con la bellezza e il fascino delle storie, sono le storie che conquistano e fanno diventare qualcuno un lettore. Noi le raccontiamo, le leggiamo, le animiamo, le disegniamo, tutto quello che può far entrare un bambino, ma chiunque, dentro la dimensione dell’immaginazione. Le storie sono vite immaginate. Secondo me è una questione di contagio, la gioia di vivere altre vita oltre la propria”.

In un libro per ragazzi la fantasia va al potere ed è proprio da loro che Svoltastorie parte “perché si impara da piccoli a immaginare” e se lo si impara da piccoli lo si porta con sé tutta la vita, “la potenza delle storie non ha età”.

Vero, le storie. Di viaggi attraverso mille leghe sotto i mari, per il mondo a bordo di una mongolfiera o al centro della terra, storie di un ragazzo sulla sua zattera che attraversa una nazione grande quanto un mondo, o di quattro sorelle tanto diverse ma unite nella scoperta della vita, di un burattino con il naso di legno e il cuore di stagno. Storie tante quante la fantasia ne può raccontare. Ma a raccontare storie c’è anche il mercato abile a condizionare desideri e curiosità. Da Svoltastoria arrivano bambini con “richieste standardizzate, purtroppo per loro” ma anche e soprattutto entrano persone di ogni età non alla ricerca di un titolo specifico ma più che altro di un’emozione, voglia di avventura, di sogno, di una grande e romantica storia di amore, voglia di brividi e paura, voglia di scoperte in mondi inesplorati. “Entrano qui da noi con la richiesta di qualcosa da leggere o da regalare. a quel punto la relazione che si crea tra lettori e librai e proprio questa, cercare di capire cosa vuoi leggere, cosa ti piacerebbe leggere, quello che è piaciuto a me te lo descrivo, te lo racconto. E’ un momento di incontro che viene costruito in libreria”. Così come per magia il sogno si tramuta da tre adulti che hanno deciso di trasformare la loro vita per darle una forma diversa “Svoltastorie nasce sei anni fa da Alessandra, mia sorella, che ha avuto l’idea di aprire una libreria per bambini, in quel momento sia io che Eugenio avevamo voglia e bisogno di riorganizzare la nostra vita lavorativa e così ci siamo messi insieme per questa attività. Abbiamo chiesto e ottenuto un piccolo finanziamento che ci ha aiutati nelle spese iniziali”.

Nasce come nascerebbe ogni attività commerciale, tra carte e imposte, tra costi di avviamento e permessi, ma poi magicamente si trasforma e diventa un fortino, messo lì a proteggere il quartiere, dalla banalizzazione, dalla desertificazione, dall’idea non troppo lontana “che questa città si fermi al murattiano”. Patrizia, Alessandra ed Eugenio sono i venticinque soldatini di stagno al servizio della principessa, anzi no, uno solo, proprio quello con una gamba in meno, che a dispetto di tutto e tutti conquista il cuore della principessa, balla con lei ogni notte e anche quando il diavolo si mette contro di loro, alla fine il loro amore trionfa su tutto. Resteranno un cuore di stagno e un nastrino, ma l’amore brillerà in eterno.