Cultur&motive

Il segno dei tempi nelle mani di Bianca Bagnarelli

Il segno dei tempi nelle mani di Bianca Bagnarelli

Le finestre sullo schermo aperte una sull’altra, sovrapposte come strati di una vita che non scorre liscia. 

Lei seduta davanti al suo computer, a farle compagnia un gatto e fuori dalla finestra nella prima notte dell’anno i fuochi d’artificio a celebrare la festa. Rito collettivo che si sgretola sotto i colpi di una società che corre troppo per fermarsi.

Il segno dei tempi, la solitudine, il lavoro sempre e a tutti i costi, il tempo che scivola via inesorabile e lei sempre più sola, nel suo piccolo mondo, confortante e desolante. 

Bianca Bagnarelli, illustratrice e fumettista realizza la prima copertina dell’anno del New Yorker e diventa un caso.

Pochi colori quasi sempre desaturati, le linee semplici, pochi particolari, un messaggio chiaro e semplice. 

Disegna per The New York Times, National Geographic, Penguin Random House, il Post, The Atlantic e il New Yorker.  Sue le copertine di Dovremmo essere tutti femministi di Chimamanda Ngozi Adichie e di Klara e il Sole di Kazuo Ishiguro, entrambi Einaudi.

Nasce a Milano, ma sceglie Bologna e la sua accademia. L’arancione dei portici e l’azzurro del cielo le danno energia. E poi ad insegnare ci sono Vanna Vinci e Sara Colaone che lei leggeva su Mondo Naif di Kappa Edizioni.

Il tratto è distintivo come capita ai grandi, con il suo primo volume a fumetti, Fish, vince la medaglia d'oro per il formato breve alla Society of Illustrators di New York. Il resto è tutto in discesa. Resta a Bologna ma le sue illustrazioni appaiono sulle riviste di tutto il mondo. 

Una coppia che balla in un vicolo stretto, sullo sfondo nero, solo due colori, un verde salvia che dipinge tutto, rotto dalla luce rosa pesca di un lampione.

Una scatola di fiammiferi e la piccola fiamma che si sprigiona dalle rose rosse al posto della capocchia.

Segue la strada dei grandi italiani, Lorenzo Mattotti, Olimpia Zagnoli, Anna Parini tracciando un sentiero più consono alla sua sensibilità.

Il segno dei tempi in quelle mani grigie, muro contro una donna che non vuole avere figli.

Pressinbag Testata Giornalistica

www.pressinbag.it è una testata giornalistica iscritta al n. 10/2021 del Registro della Stampa del Tribunale di Bari del 10/05/2021.

Contatti

Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitare a contattarci scrivendo ai seguenti indirizzi

Publish modules to the "offcanvas" position.