Sacerdotesse, imperatrici e regine della musica

Sacerdotesse, imperatrici e regine della musica

Non c’è nient’altro che possa venire dopo questa canzone.

 Diceva Billie Holiday di Strange Fruit sapendo che dopo averla cantata non poteva che esserci il silenzio.

 Lei come le altre sacerdotesse, imperatrici e regine della musica sono tutte, o quasi, in fila per noi, per darci una lezione di coraggio, autostima, talento, per insegnarci che vale sempre la pena provarci, che cadere è normale e solo la capacità di rialzarci ci rende uniche.

 Clarice Trombella, dj, chitarrista, speaker radiofonica e per l’occasione anche scrittrice ha realizzato un libro piccolo e prezioso che raccoglie le storie di alcune delle più grandi regine della musica mondiale. Dalle più note come Janis Joplin, Aretha Franklin e Miriam Makeba alle meno note  ma ugualmente imprescindibili come Sonita Alizadeh, Blanche Calloway e la Zohra Orchestra.

Ad ognuna dedica un capitolo e ci indica anche la colonna sonora con cui immergerci nel loro mondo.

 Cosa le unisce tutte? La battaglia. Una certa propensione a fregarsene delle circostanze per raggiungere il loro obiettivo. Una certa attitudine rivoluzionaria.

 Sacerdotesse, imperatrici e regine della musica. Venti donne che hanno rivoluzionato la musica nel mondo è un libro - edito da BeccoGiallo - da tenere sul comodino, da leggere e rileggere e farsi ispirare. Non solo dalle storie ma anche dalle strepitose illustrazioni realizzate da 13 diversi illustratori e illustratrici che meritano tutti una menzione: Anna Cercignano, Zeno Colangelo, Elisa2B, Paolo Gallina, Roberta Gorni, Alessandro Grazian, Eva Rossetti, Manuela Santoni, Davide Toffolo, Luisa Torchio, la stessa Clarice Trombella, Gabriele Villani e Mel Zohar.

 Per amanti del sogno, costi quel che costi.