Pomodori verdi fritti, una ricetta da leggere

Pomodori verdi fritti, una ricetta da leggere

Tre cucchiai di grasso di pancetta, farina, quattro pomodori verdi affettati, latte, uova sbattute, sale, pangrattato e pepe.

 Gli ingredienti dei Pomodori verdi fritti al caffè di Whiste Stop sono tutti qui. Una ricetta semplice e deliziosa come il libro scritto da Fannie Flagg edito da Bur Rizzoli e tradotto da Olivia Crosio. C’è la libertà, la gioia, l’amore, il divertimento e il sole dell’Alabama. C’è anche il Ku Klux Klan e la Grande depressione, ma la gioia non soccombe sotto il loro peso, anzi se ne fa beffa.

Una boccata di aria fresca che rende tutto naturale e bello. Bastano gli occhi degli abitanti del piccolo paesino a ridosso della ferrovia dove su tutto trionfa il calore e i sapori della cultura afroamericana. 

Tutto si ama in questo libro, l’amore testardo di Idgie per Ruth, quel pizzico di Huckleberry Finn e poi Evelyn e Ninny e quell’attesa settimanale, chissà cosa le avrà portato di buono? chissà quali nuove avventure racconterà Ninny?

Una delizia. 

Ma perché consigliare un libro che tutti conoscono, hanno sentito parlare e di cui senza dubbio hanno visto il film (sceneggiato dalla stessa Flagg)? Perché la leggerezza, il calore, il coraggio e la bontà che lo pervade è proprio ciò di cui abbiamo bisogno ora. Per chi non l’ha mai letto, leggetelo, per tutti gli altri, rituffatevi a Whistle Stop. Lo sentite il profumo del barbecue di Big George?

La sentite zia Idgie dire a Stump  Ci sono persone magnifiche su questa terra che se ne vanno in giro travestite da normali esseri umani”, ma soprattutto vi siete segnate le parole scritte da Earl Adock per lasciare la moglie?

“Ecco fatto. Non ci sono più, e se non credi che me ne sia andato davvero, conta i giorni che passano. Quando sentirai il telefono che non suona, sarò io che non chiamo. P.S. Non sono sordo” .

Una meraviglia.