Visioni d'insieme

Se una sera la luce della candela

Se una sera la luce della candela

Alla luce fioca di una candela profumata, continui rimandi alla Persia, le tue parole sono note allegre che colmano il vuoto della stanza.

Aleggiano nell’aria come i sorrisi, quelli pieni, degli animali sorpresi a divertirsi. Alla luce fioca della candela il buio è una presenza discreta, un’atmosfera da conservare per colloquiare, il calice di vino rosso aspetta labbra per essere sorseggiato.

Le chiacchiere nella penombra hanno il sapore antico di un intimo convivere, di una ritrovata consuetudine di piccoli gesti, come sfiorare l’iris nel vaso lasciando spazio alla rosa profumata. L’universo coincide, per il tempo che la candela bruci, con questo angolo.

Leggera, leggera si bagna la fiamma rimane la cera e non ci sei più…”, cantava in Giudizi universali, Samuele Bersani, ma tu resti qui aspettando un’altra luce che solo il ruotare del pianeta su se stesso e  intorno alla sua stella può celare.

Alla luce fioca della candela riaffiorano ricordi, di te bambina tra le strade della città, le lunghe trecce e un sorriso contagioso che non conosceva tristezza. Come ora, allegra per tutti i ritagli di tempo da condividere, ancora. il display sullo smartphone si illumina, notifica di un nuovo messaggio che volutamente ignori, perché non c’è spazio per altro nel qui ed ora. La tua risata risuona come il canto di chi non conosce stonature, e tutto appare estremamente facile, possibile, realizzabile. Se una sera la luce della candela non dovesse bastare potresti accenderne due ed aspettare albeggiare, come una promessa di un tempo ancora da vivere, insieme.

Pressinbag Testata Giornalistica

www.pressinbag.it è una testata giornalistica iscritta al n. 10/2021 del Registro della Stampa del Tribunale di Bari del 10/05/2021.

Contatti

Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitare a contattarci scrivendo ai seguenti indirizzi

Publish modules to the "offcanvas" position.