Visioni d'insieme

Le sedie contro la parete, in attesa

Le sedie contro la parete, in attesa

In attesa, un verdetto, un ospite inatteso, un viandante di passaggio, una condanna, un gioco, una sala vuota. Qualcuno arriverà prima o poi.

Si siederà, osserverà le pareti in pietra, il pavimento, il soffitto, si chiederà se quelle sedie erano lì a sua disposizione o se invece erano destinate ad altri. Forse arriverà qualcuno altro, si accomoderà sulla sedia accanto e converserà amabilmente delle condizioni meteorologiche, dell’origine del mondo, delle dimore storiche. Sciorinerà dati e numeri, sosterrà tesi improbabili dimostrandone, senza possibilità di essere confutate, la veridicità. Tutto con disarmante tranquillità, come se niente fosse importante come il semplice parlare, per poi ascoltare, confrontarsi, ragionare.

In attesa, le due sedie contro il muro in pietra, diverse, eppure inseparabili, disegnano ombre intrecciate che rimandano ad altri incontri, altre storie, altre narrazioni, altre sale, d’attesa. Destini che si incrociano, mutano il mutabile, fondendo alternative, appianando divergenze, conquistando mete altrimenti irraggiungibili. Semplicemente ignorandosi, distanziandosi, spostandosi, come linee che divergono senza più incontrarsi.

Due sedie lasciate lì, messe lì con curata attenzione al dettaglio, contro una parete dinanzi ad un ampio spazio vuoto tutto da riempire, colmare. Spazio in una stanza, le pietre come rocce sulle quali poggiare pesi che non possono essere sostenuti. Arriverà qualcuno, prima o poi, nelle ore del giorno o della notte, si accomoderà e si rilasserà oppure dormirà mentre proverà ad aspettare un tramonto o un’alba, nuovi.

Pressinbag Testata Giornalistica

www.pressinbag.it è una testata giornalistica iscritta al n. 10/2021 del Registro della Stampa del Tribunale di Bari del 10/05/2021.

Contatti

Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitare a contattarci scrivendo ai seguenti indirizzi

Publish modules to the "offcanvas" position.