Cultur&motive

Angelika Kauffmann, l’indipendenza del talento

Angelika Kauffmann, l’indipendenza del talento

La sua casa a Roma in piazza di Spagna e il suo atelier in via Sistina crocevia della nobiltà europea che le commissionava ritratti e dipinti.

Angelika Kauffmann è stata una pittrice affermata nel XVIII secolo, che amò sempre la sua indipendenza rifiutando le offerte di legarsi ad una corte. Nata in Svizzera nel 1741, ha vissuto in Austria, poi a Londra  ma scelse poi di risiedere a Roma, la città che la conquistò con la sua storia risvegliando in lei la passione per la mitologia e dove è stata sepolta nel 1807. Ritrasse la famiglia reale di Napoli e anche Ludwig I di Baviera, poco prima di morire,  ma a sorprendere sono i suoi dipinti con protagoniste le donne la cui espressività raggiunge l’animo dell’osservatore scatenando una partecipazione emotiva. Donne abbandonate, sole, decise ma rassegnate, fragili e gravate dal peso dell’ineluttabilità.  Di Angelika Kauffmann si ricorda anche il rapporto speciale, affinità, che la legava allo scrittore tedesco Johann Wolfgang von Goethe del quale dipinse anche un ritratto che a lui non piacque ed è conservato nella casa del drammaturgo a Weimar.

Angelika Kauffmann è stata un’artista ‘moderna’, indipendente, che ha saputo conquistare con il suo talento e la sua capacità espressiva non solo i committenti di allora ma quanti hanno il privilegio di guardare una sua opera, dai colori delicati, intensi, armoniosi. Dipinti, ritratti, che hanno trovato ispirazione nella mitologia e si sono adattati perfettamente alla realtà del momento. Una donna che è rimasta fedele a se stessa, alla sua volontà, alla sua capacità, al suo talento.

Pressinbag Testata Giornalistica

www.pressinbag.it è una testata giornalistica iscritta al n. 10/2021 del Registro della Stampa del Tribunale di Bari del 10/05/2021.

Contatti

Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitare a contattarci scrivendo ai seguenti indirizzi

Publish modules to the "offcanvas" position.