Libertà, parole e mare, il mondo di Bjorn Larsson

Libertà, parole e mare, il mondo di Bjorn Larsson

Lo scrittore svedese a Bari alla Libreria 101

Nel 1953 nasce in Svezia un bambino con le idee chiare sin da subito. 

Ha sempre saputo cosa voleva fare: scrivere. Già ai tempi del liceo scriveva poesie e articoli per il giornale locale e avrebbe poi continuato per tutta la sua vita. 

E ha sempre saputo qual era il suo grande amore: il mare.

Nonostante gli abbia portato via il padre in un naufragio, quando lui era ancora piccolo non ha mai smesso di amarlo. A 15 anni ha studiato per un anno a bordo di una imbarcazione, in giro per gli Stati Uniti, la sua compagna è una biologa, ha vissuto per anni sulla sua barca a vela, la Rustica e questo suo rapporto viscerale con il mare si ritrova in molti suoi romanzi, come Diario di bordo di uno scrittore, La saggezza del mare - Da Capo dell’Ira alla fine del mondo, Il Cerchio celtico, Il porto dei sogni incrociati, La saggezza del mare, Bisogno di libertà, La vera storia del pirata Long John Silver. Questo ragazzo, ora cresciuto è Bjorn Larsson, uno dei più affermati scrittori svedesi, che ha sempre avuto le idee chiare anche su una terza cosa, il modo in cui avrebbe scritto e vissuto il suo mare: con libertà. 

Nel 1971 rifiuta di fare il servizio militare e per questa sua scelta finisce in carcere. Sceglie Parigi come casa e si barcamena facendo traduzioni e lezioni di francese sino alla laurea, dove scrive una tesi su Simone de Beauvoir. Libera mente come poche altre. La libertà di essere, vivere e pensare è sempre stata cruciale per Larsson, che ha scritto “la libertà esige parità e reciprocità, che non è raggiungibile senza immaginazione e sogni, che è di natura solitaria e deve fare compromessi con l’amore, che la dote principale di cui ha bisogno è il coraggio: di non fare come gli altri, di non seguire mode, uniformi, ipocrisie e di saper anche, in un’epoca di proclamato individualismo e di reale conformismo, levare la propria voce contro per ricordare il bisogno di amicizia, di tolleranza e di solidarietà”.

Parla anche di questo il suo ultimo libro “La lettera di Gertrud” (edito da Iperborea) che presenta martedì 9 luglio alle 19 a Bari.

In uno scenario degno dei suoi libri immagineremmo Bjorn Larsson sbarcare a Bari, scendendo dalla sua barca a vela, la Rustica, per parlare ad una accaldata platea di appassionati lettori. l porto sicuro in cui approdare, nella realtà, è la Libreria 101, faro di scrittori e intrepidi lettori che con la mente hanno girato il mondo con lo scrittore svedese.