Perché brillano quei puntini nel cielo?

Quanti di noi guardando all'in+++++++++sù non si sono mai accorti di quel tanto meraviglioso quanto misterioso manto puntinato che porta la notte nei nostri cieli? Sicuramente tutti. Forse pochi però si saranno chiesti qualcosa riguardo quei "puntini", ad esempio perché brillano, oppure se sono tutte uguali fra loro o quanto sono distanti dalla Terra, quanto sono grandi, e così via…

Oggi vi darò delle informazioni su quei misteriosi puntini, così che la prossima volta possiate guardarli con occhi diversi. Innanzitutto questi puntini sono delle stelle, ma penso che lo sapevate tutti già prima che ve lo dicessi. Le stelle però non sono così "semplici" come sembrano, infatti sono per noi molto importanti: le stelle sono nate tanto tempo prima di noi e il loro ciclo vitale permette loro di nascere e morire utilizzando e mettendo in circolo o trasformando sempre la stessa materia che si trova nell'universo. Cosa significa? Significa che siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatte le stelle, no non è solo una citazione famosa, ma la realtà! I nostri atomi sono in realtà molto più vecchi di noi, perché sono gli atomi che componevano una stella esplosa prima della nascita del nostro sistema solare.

E sapete quanto sono grandi? Beh, sicuramente non così come le vediamo! Pensiamo a quanto sono lontane dalla Terra, la più vicina a noi Proxima Centauri dista dalla Terra 4,2 anni luce da noi, cioè 39 736 miliardi di chilometri, e riusciamo a vedere la sua luce nonostante questa "lieve" distanza… immaginiamo che ci sono stelle visibili nel nostro cielo ben più distanti di quanto Proxima Centauri lo sia da noi. Adesso vi svelo il segreto: la grandezza delle stelle, così come la luce che emanano, dipende dalla fase della vita in cui si trovano, ma questo lo approfondiremo nel prossimo te lo astrospiego ;) in attesa del prossimo post vi confesso due dettagli su Proxima Centauri, si tratta di una stella piuttosto piccola, una nana rossa di un diametro di 201 550 km. Eppure riusciamo a vederla…

E come fanno a brillare? A scuola ci hanno parlato dei tre stati della materia: solido, liquido e gassoso…. VI HANNO MENTITO! E sapete come potevate inchiodare le maestre? "Il fuoco a quale stato appartiene?" e avreste forse messo in dubbio anni di didattica che parlano solo di tre stati della materia. Infatti il fuoco appartiene ad un magico "quarto stato" chiamato plasma, il fuoco è definito "plasma freddo" proprio perché il plasma vero e proprio ha temperature ben più elevate e infatti è lo stato della materia che caratterizza le stelle e per la sua composizione, essendo un gas ionizzato, e anche grazie alle reazioni di fusione nucleare che avvengono all'interno delle stelle (anche di questo parleremo in un altro astrospiego) permette a queste di brillare.

Visto quanto sono misteriosi questi puntini? 

Una bellezza che ha 4,5 miliardi di anni di vita