Della crisi diffusa

"Come posso dire come passa il tempo come posso dire come passa lento" canta la Mannoia in sottofondo, voce distorta da una vecchia cassa di PC. In una fredda giornata di inverno, quando la tramontana gonfia il mare e sferza la terra, sotto un cielo di canne coperte di tegole, tra mille rumori e scricchiolii di porte in legno, tra il vibrare degli ...
Continua a leggere

Della crisi strisciante

Seduta in quel caffè io non pensavo a te, del resto con un succo di frutta alla pera che alla banana non tutti lo hanno, che cosa vuoi pensare se non alle nuvole che rapide passano nel cielo. Come i giorni, come i mesi, come gli anni, perduti. Aspetto che arrivi qualcuno con cui parlare mentre il barista mi spiega che il registratore di cassa colle...
Continua a leggere

Della morte, della rinascita, della vita

Della morte Il tuo telefono non squilla più. Nessuna notifica di Whatsapp, Telegram. Nessuno commenta i tuoi post su Facebook e non ti seguono su Instagram. Adesso è solo silenzio. Abituati. Durerà ancora a lungo, durerà finché rimarrai ancorato al fondo che hai toccato, sei morto. Non ti cerca più nessuno. Lontano il tempo quando il tuo Iphone non...
Continua a leggere